APPROFONDIMENTO FISCALE

Approfondimento Note Fiscali

Naturalmente in molti si chiederanno

come il piano guadagni ricavati dalle piattaforme online dovrá essere gestito in termini di Fisco.

A livello fiscale in Italia come bisogna sistemarsi?

Fortunati in Italia.

Fino ai 5000 euro netti non hai bisogno di dichiarare nulla,

è considerata attività occasionale (come ad esempio vendere qualcosa su ebay) e quindi non siamo soggetti a nessuna tassazione.

Superata quella soglia, ci sono due modi di sistemarsi:

1)  La partita IVA da chi lavora su internet

2)  Dichiararli autonomamente come “ALTRI REDDITI” (redditi diversi) nella

dichiarazione dei redditi annuale,

in questo caso si specifica “programmi di affiliazione” che già sono conosciuti e inquadrati dalla legge

(equivalgono ad esempio a chi guadagna essendo affiliato con Google o con Youtube mettendo la pubblicità sul proprio canale o sul proprio sito).

In questo caso la tassazione è del 26%.

Infine oltre i 5.000 euro netti si inserisce l’obbligo di iscrizione alla gestione separata INPS ed il relativo obbligo di versamento dei relativi contributi secondo le aliquote vigenti (D.L. 269/03 (art. 44, c. 2), convertito in L. 326/03). Il contributo rimane per 1/3 a carico dell’incaricato alle vendite e per 2/3 a carico dell’azienda erogante e si calcola (Legge Finanziaria per il 2003 – art. 2, c. 12)  sull’imponibile fiscale pari al 78% delle provvigioni percepite.

Precedente LOCKTRIP 10€ GRATIS+ 5€ REF Successivo Presearch